17 settembre 2014 21:33
Città Turistica su Facebook Città Turistica su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Fai di Cittaturistica.it la tua Home Fai di Cittaturistica.it la tua Home
per la tua pubblicità su cittàTuristica - adv@mediorama.it - Tel. 392.3814141
Sardegna
Cultura
Arte e Spettacolo
Utilità
Meteo
Cerca su Cittàturistica.it

> L’universo naif di Luigi Pillitu

L’universo naif di Luigi Pillitu
di Barbara Soddu


Il mondo di Luigi Pillitu probabilmente non esiste più. Lo stesso artista, scultore e pittore
asseminese, lo ammette candidamente: “Nelle mie opere c’è la mia infanzia”.

Benvenuti nell’universo di uno dei migliori naif sardi. Dove i pescatori sorridono e hanno tutti un pesce attaccato all’amo, dove i contadini sorridono e hanno tutti un paniere colmo di prodotti della terra, dove i bambini sorridono abbracciati ai loro fratelli, agli amici, ai genitori. L’occasione per ammirare la produzione di Luigi Pillitu non è stata banale, tutt’altro: le opere dell’autore asseminese sono state ospitate nel museo di Giuseppe Carta (uno dei pochi artisti professionisti isolani) a Banari, insieme a quelle di uno scenografo che ha fatto la storia dell’arte italiana con i suoi bozzetti, il genovese Emanuele Luzzati.

Accanto ai capolavori di Luzzati, le opere di Pillitu hanno arricchito la mostra perché indubbiamente hanno riscontrato un grande successo nel pubblico. Soprattutto le sculture colorate, realizzate modellando la pietra o la terracotta e poi ultimate con i colori caldi e vivaci. La straordinarietà dei lavori di Pillitu è che riescono ad arrivare un po a tutti, esperti e non, bambini e adulti. Per la loro semplicità, per il loro calore. I quadri di Pillitu sono molto colorati, quasi disegni di un bambino che potrebbe essere nato in qualsiasi paesino della Sardegna o del Sud America. Le facce tutte uguali, tondeggianti alla Botero, hanno una caratteristica sorprendente: guardano sempre di fronte chi sta davanti al quadro.

Una scelta precisa, quella dell’autore: “Se un personaggio è di spalle, allora la testa è capovolta proprio per consentire di guardare sempre negli occhi il visitatore”. Forse per non guardare mai di sbieco la gente, per non tradirla: la persona leale guarda sempre negli occhi il proprio interlocutore. Pillitu disegna e scolpisce un mondo felice, in cui ogni personaggio ha il suo ruolo ben preciso nella società e nella famiglia, facilmente distinguibile nel contesto: i vecchi amici d’infanzia, la zia che abbraccia i nipoti. Visioni sempre ottimiste: anche le persone in fila per una mostra, ritratte in una scultura in legno colorata con tinte pastello, esprimono l’ottimismo dell’artista asseminese. La vita è bella se si riscoprono i valori d un tempo, sembra voler dire Luigi Pillitu con le sue opere. In questi tempi sembra un’utopia, ma poi basta guardare le sue tele o le sue sculture e un mondo migliore sembra davvero alla portata di mano.

Servizio taxi di Paolo Zoppo Iglesias
cittàTuristica - news
Cittàturistica.it consiglia...
 Ristoranti - Pizzerie
Ristorante da Zio Dino
Viale Segni, 14 - Via XXIV Maggio
Pula
 Informatica
Iesse Informatica Cooperativa
Via Della Pineta, 158
Cagliari
 Bed and Breakfast
B&b Rio Castangias
Loc. Rio Castangias, S.s.126
Arbus
 Ristoranti - Pizzerie
Ristorante Bacchixeddu
S.S. 195 - Km. 33.200 - Loc. Bacchixeddu
Pula
 Bed and Breakfast
Bed and Breakfast Sant'Anna
Regione Bidunì 20 Loc. Sant'Anna
Alghero
 Ristoranti - Pizzerie
Pizza Mania
Via Garibaldi, 55
Pula
 Agriturismo
Agriturismo Le Margherite
Via Tirso, 60 - loc. Santa Margherita
Pula